Aggregazione respinta a furor di popolo, Bellinzona si arrende

Versione stampabileVersione PDF
Aggregazione respinta a furor di popolo, Bellinzona si arrende
Prendiamo atto della bocciatura e rinviamo la palla alle autorità locali nel Locarnese: con molta franchezza, e senza por tempo in mezzo, Palazzo delle Orsoline ha proposto oggi l’abbandono del progetto di aggregazione tra i Comuni sulla sponda sinistra della Maggia, tema respinto in consultazione popolare nella giornata di domenica 25 settembre. Informativa da Norman Gobbi, titolare del Dipartimento cantonale istituzioni: “Ne ho parlato anche con i sindaci, uno stallo nelle relazioni intercomunali sarebbe nocivo per tutta la regione. Considero pertanto imperativa una maggior collaborazione, almeno a medio termine, tra gli enti locali: si tratta dell’unico sistema possibile di “governance” nel Locarnese, che non può permettersi di accumulare altri ritardi rispetto ai “poli” di Lugano e di Mendrisio”.
cesareragazzi

rosso lampone

Claciopoli
 
nervoso e tifoso
 
grotto contrattempi
lugachange
promozione pubblicita

Ultime news

Accesso utente

salotto gabry