Dissimulazione del volto, eccezioni accolte e ratificate

Dissimulazione del volto, eccezioni accolte e ratificate
“Via libera” oggi da Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, sponda Esecutivo, ad una modifica della Legge cantonale sull’ordine pubblico ed alla Legge sulla dissimulazione del volto negli spazi pubblici, in allineamento alle indicazioni giunte del Tribunale federale sulla scorta del parziale accoglimento di due ricorsi. Di fatto, nei due testi viene allargato l'elenco delle eccezioni al divieto di coprirsi il viso in pubblico, pratica da ammettersi in particolare nel caso di manifestazioni a carattere politico o per motivi commerciali e/o pubblicitari laddove la legislazione cantonale rischiava di confliggere con i diritti costituzionali pertinenti vuoi alle libertà di riunione e di opinione, vuoi alla libertà economica. Per effetto delle modifiche, secondo fonti del Governo cantonale viene evitato il rischio di “un divieto troppo rigido e difficile da attuarsi” e che talvolta potrebbe sfociare “in una restrizione inammissibile”: incluso pertanto, ed in modo esplicito, il permesso di coprirsi il volto laddove tuttavia non siano messi in pericolo l’ordine pubblico e la pubblica incolumità.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry