Strage di animali, occhio alle “Flexinet” lasciate incustodite

Strage di animali, occhio alle “Flexinet” lasciate incustodite
Il richiamo ad una serie di obblighi (controllo quotidiano dello stato dell'arte, elettrificazione e posizionamento teso) al centro di un'informativa dell'Ufficio del veterinario cantonale - da qui le immagini - e dell'Ufficio caccia-pesca del Cantone circa l'utilizzo del sistema “Flexinet”, reti flessibili per la delimitazione dei pascoli e, di conseguenza, deterrente all'ingresso di animali indesiderati. Agli operatori del settore primario l'invito al ritiro delle reti, qualora queste siano inutilizzate, in modo da evitare che esse si trasformino in trappole: gli ungulati, ad esempio, hanno difficoltà nel distinguere alcuni colori e, nelle ultime settimane, parecchi esemplari sono rimasti impigliati sino a morire nel tentativo di liberarsi.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry