Nuova centrale idroelettrica al Ritom, cantiere in... apertura

Nuova centrale idroelettrica al Ritom, cantiere in... apertura
Simbolico primo colpo di piccone sul sedime della futura nuova centrale idroelettrica del Ritom - progetto cui cooperano Cantone, “Azienda elettrica ticinese-Aet” e Ferrovie federali svizzere - nella gioranta di mercoledì 17 ottobre. Presentazione ad inviti con ritrovo alle ore 10.15 a Quinto, ascesa in funicolare verso il “Rifugio Lago Ritom”, conferenza-stampa, rientro e cerimonia ufficiale; previsti interventi di Claudio Zali (presidente del Governo e direttore del Dipartimento cantonale territorio), Christian Vitta (direttore del Dipartimento cantonale finanze-economia) ed Andreas Meyer (presidente del Consiglio di amministrazione delle Ferrovie federali svizzere). Su licenza edilizia rilasciata dalle autorità di quattro Comuni (Airolo, Faido, Prato Leventina e Quinto) nel maggio scorso e destinata com'è a sostituire l'unità edificata nel 1917 a Quinto frazione Piotta, l'opera - costo stimato a 250 milioni di franchi - si svilupperà con l'installazione di due turbine dalla potenza di 60 MegaWatt l'una; la prima sarà collegata ad un generatore per la produzione di energia elettrica da riversarsi sulla rete cantonale Aet, l'altra andrà invece in accoppiamento ad altro generatore per garantire l'approvvigionamento della rete Ffs; all'impianto sarà aggiunta inoltre una pompa per ottimizzare l'accumulo di acqua sia nel bacino Aet in territorio comunale di Airolo sia nel Lago Ritom.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry