Borsa di Zurigo, resistenza a metà: fa danni l'onda di Wall street

Borsa di Zurigo, resistenza a metà: fa danni l'onda di Wall street
(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 23.42) Non poteva rimanere senza conseguenze sui mercati borsistici europei la bufera abbattutasi ieri su Wall street, dove le avvisaglie di una possibile correzione si sono tradotte in perdite consistenti (le più significative da otto mesi a questa parte) ed in un diffuso “sentiment” negativo. Colpito nelle opere vive sul comparto finanziario (“Julius Bär Gruppe Ag”, meno 3.71 per cento; “Ubs group Ag”, meno 3.55) e poi anche sui pesi massimi difensivi (per prevalente scarico di posizioni a copertura: “Roche holding Ag”, meno 3.75), lo “Swiss market index” a Zurigo si è afflosciato (meno 2.85 per cento a quota 8'639.19 punti) dopo iniziale resistenza con messaggi di sostanziale solidità, concetto da interpretarsi oggi nei termini di un cedimento dall'entità inferiore all'indice generale. A salvarsi “Sika group Ag” (più 0.08 per cento) e “Lonza group Ag” (meno 0.13). Il passo sulle altre piazze primarie: Dax-30 a Francoforte, meno 1.48; Ftse-Mib a Milano, meno 1.84; Ftse-100 a Londra, meno 1.94. In serata, altro cedimento a New York: “Dow Jones”, meno 2.13; Nasdaq, meno 1.25; S&P-500, meno 2.06 dopo apparente resistenza nelle prime tre ore. In ascesa sino a 114.7-114.8 centesimi di franco il cambio per un euro.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry