Rapine nel Mendrisiotto, colpo d'accetta sui banditi: sei arresti

Rapine nel Mendrisiotto, colpo d'accetta sui banditi: sei arresti
Quattro arresti in Italia, con stato di detenzione al carcere “Miogni” di Varese; altre due su territorio elvetico; una donna denunciata (la sua posizione è al vaglio degli inquirenti) come probabile fiancheggiatrice; e, nel complesso, banda sgominata. È questo l'esito dell'operazione “Linea di confine” condotta da effettivi della Polizia italiana di Stato, sotto conduzione della Procura della Repubblica italiana in Varese ed in stretto accordo con unità delle forze dell'ordine elvetiche, con riferimento ad una serie di rapine perpetrate ai danni di stazioni di servizio, bersaglio principale il Mendrisiotto. Dalla rilevazione di una vettura-civetta appena oltre il confine a monte del valico di Stabio-Cantello frazione Gaggiolo, e ciò grazie all'analisi delle immagini registrate da videocamere, la svolta alle indagini su casi in apparenza collegati ma privi di un vero e proprio elemento unificante quale è, per esempio, il “modus operandi”: in sostanza, tre elementi - tutti italiani, due di origine calabrese ed uno di origine campana - fungevano da organizzatori, mentre di volta in volta veniva chiamati a “collaborare” singoli malviventi per l'esecuzione dei colpi. Gli episodi contestati con addebiti che vanno dalla ricettazione al furto alla rapina: giovedì 16 marzo 2017, Mendrisio quartiere Ligornetto, assalto riuscito; mercoledì 29 marzo 2017, Mendrisio quartiere Ligornetto, assalto riuscito; sabato 22 aprile, Novazzano zona valico Marcetto, assalto fallito; martedì 9 maggio 2017, assalto riuscito (in tale circostanza la scoperta dell'auto con funzioni di apripista e lo squarcio sulla struttura dell'organizzazione criminale); lunedì 24 luglio 2017, Mendrisio quartiere Ligornetto, assalto riuscito.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry