È morto Salvatore Ligresti, fondò un impero e lo distrusse

È morto Salvatore Ligresti, fondò un impero e lo distrusse
Salvatore Ligresti, storico imprenditore nel ramo immobiliare e per almeno un quarto di secolo protagonista nel mondo finanziario italiano con realtà quali “Rcs mediagroup”, “Unicredit” e “Fondiaria Sai”, è morto questa sera all'età di 86 anni. Il decesso all'ospedale “San Raffaele” di Milano. Coniugato con Antonietta “Bambi” Susini, che nel 1981 fu vittima di un sequestro di persona ad opera di soggetti mafiosi (rilascio senza danni contro pagamento di cospicuo riscatto), Salvatore Ligresti associò i figli Giulia Maria, Jonella e Gioacchino Paolo in varie attività dopo una prima condanna per corruzione a Milano (1997). Nel contesto del “crack” del gruppo “Fonsai” (“Fondiaria-Sai”), nel 2013, un nuovo arresto - contestuale a quello dei figli Giulia Maria e Jonella, mentre Gioacchino Paolo Ligresti evitò le manette in quanto cittadino svizzero e su suolo svizzero - e la condanna al carcere per sei anni in primo grado.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry