Cooperazione internazionale, a maggio il nuovo bando del Cantone

Versione stampabileVersione PDF
Cooperazione internazionale, a maggio il nuovo bando del Cantone
Annunciato per il mese di maggio il nuovo bando del Canton Ticino per progetti di cooperazione internazionale promossi dai responsabili di organizzazioni non governative con una sede nella Svizzera di lingua italiana. La dotazione annua è confermata in 250'000 franchi, con credito destinato a finanziare i soli progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo (escluso pertanto l'aiuto umanitario); gli obiettivi saranno valutati in seno alla “Federazione Ong della Svizzera italiana-Fosit” sulla scorta dei requisiti istituzionali e dei requisiti progettuali operativi definiti in accordo con l'autorità politica cantonale per tramite della Cancelleria dello Stato. Nel 2017 la dotazione fu così ripartita: Abba, 25'000 franchi; “Acqua e miele”, 5'800 franchi (due interventi); “Acti espérance”, 16'000; Amca, 19'000; Aorep Africa e Medio oriente, 3'200; “Associazione Comundo”, 25'000; Avaid, 19'000; Beogo, 8'000; Ceu, 28'000; “Fondazione Svizzera-Madagascar”, 5'000; “Fonfonmé”, 5'000; “Helvetas Swiss intercooperation”, 17'000; “Mabawa”, 25'000; “Multimicros Ticino”, 6'000; “Opera don Bosco nel mondo”, 8'000; “Opera padre Giovanni Bosco Yilirwahandi, 5'000 (due interventi); “Sacrificio quaresimale”, 10'000; “Swisslimbs”, 20'000. In immagine, uno dei ponti sospesi pedonali per le comunità rurali etiopi secondo il programma di azione di casa “Helvetas”).
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry