Bns, utile da infarto. E doppio “bonus” a Confederazione e Cantoni

Versione stampabileVersione PDF
Bns, utile da infarto. E doppio “bonus” a Confederazione e Cantoni
Utile di esercizio 2017 nell'ordine dei 54 miliardi di franchi (per gli spiccioli si dovrà aspettare marzo: lunedì 5 i dati definitivi, giovedì 22 il resoconto di gestione) alla “Banca nazionale svizzera-Bns”, in gran parte (49 miliardi di franchi) per la conduzione dei rapporti sulle valute estere; le plusvalenze restanti sono da attribuirsi alle disponibilità in oro (tre miliardi di franchi) ed alle posizioni in franchi (due). L'utile di bilancio, una volta defalcati gli accantonamenti per riserve monetarie (cinque miliardi di franchi) e tenutosi conto dell'odierna riserva per future ripartizioni (20 miliardi di franchi), si situa a quota 69 miliardi di franchi; conseguenti il dividendo unitario massimo - pari a 15 franchi - previsto “ex-lege” e l'assegnazione di un miliardo di franchi a Confederazione e Cantoni come quota spettante dell'utile; scatta inoltre il “bonus” di un altro miliardo di franchi alla Confederazione ed ai Cantoni (in proporzione di un terzo e due terzi) in quanto la riserva per future ripartizioni, dopo la destinazione dell'utile, si situa oltre la soglia dei 20 miliardi di franchi.
pizza piazza locarno
casa riazzino
lugachange
badante
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry