Faido, il dado è tratto: soldi pronti per il nuovo ponte sul Ticino

Faido, il dado è tratto: soldi pronti per il nuovo ponte sul Ticino
“Luce verde” dal Consiglio di Stato al credito di 9.4 milioni di franchi per la messa in sicurezza del tratto stradale sulla Cantonale P2 (Motto Bartola-Airolo-Chiasso) in territorio comunale di Faido, zona Pardoreia. Il tratto, di importanza strategica dal momento che si tratta dell'unico collegamento stradale fra nord e sud del Cantone se si fa astrazione dalla A2, fa perno sul ponte Pardoreia e si sviluppa per circa 250 metri lineari dal manufatto stesso (realizzato negli Anni '40 del secolo scorso, ad attraversamento del fiume Ticino in località Polmengo) al ponte ferroviario; si tratta di area sotto costante osservazione, in forza dei movimenti sul versante di montagna, e per quanto riguarda il ponte - al momento transitabile in tutta sicurezza - sono da ipotizzarsi problemi sul lungo periodo ovvero situazioni di instabilità tale da rendere necessaria la chiusura al traffico lungo il tratto medesimo (di fatto, in tempi al momento non stimabili, il ponte non sarà più in grado di assorbire le deformazioni del terreno). Soluzione: nuovo ponte, a valle di quello esistente, con costruzione di raccordi stradali sino a mettere in sicurezza un tratto di circa 670 metri lineari anche fuori dall'area considerata geologicamente instabile. Avvio dei lavori: autunno 2018. Durata: 20 mesi.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry