Tragedia di Monteceneri, resta in carcere l'automobilista pirata

Versione stampabileVersione PDF
Tragedia di Monteceneri, resta in carcere l'automobilista pirata
Dovrà rimanere in carcere almeno sino a venerdì 15 dicembre, e dunque per complessive cinque settimane, l'uomo che venerdì scorso, lungo la A2 in territorio comunale di Monteceneri frazione Sigirino, causò la morte del 36enne Andrea Tamborini tamponandone lo “scooter” con l'auto. Accertate di fatto le responsabilità del conducente, che viaggiava in stato di grave alterazione da alcool (oltre il due per mille secondo evidenze del primo “test”); la richiesta di carcerazione preventiva, come da richiesta del capoprocuratore Nicola Respini, è stata accolta oggi dal giudice per i provvedimenti coercitivi, presumibilmente in coerenza con il rischio di reiterazione del reato. L'automobilista, 36enne e cittadino italiano con domicilio in Ticino al pari della vittima, potrà nel frattempo chiarire e precisare alcuni aspetti della vicenda, a partire da un primo incidente avuto pochi minuti prima, sempre lungo la A2 direzione sud, in prossimità di Bellinzona.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry