Il caso / Mendrisio, anche asilanti ospiti a Rancate. Ma non era vietato?

Versione stampabileVersione PDF
Il caso / Mendrisio, anche asilanti ospiti a Rancate. Ma non era vietato?
C'erano anche asilanti, e non solo soggetti in procedura di riammissione semplificata verso l'Italia, fra martedì 8 agosto e giovedì 10 agosto al “Centro unico temporaneo per migranti” di Mendrisio quartiere Rancate. A comunicarlo sono stamane fonti dello Stato maggiore cantonale immigrazione, che a margine dei dati sull'occupazione mensile della struttura (media, 20 persone; picco, 53 persone; minimo, quattro) indicano tale fatto come conseguenza di una chiusura temporanea del Centro asilanti di Chiasso. Stranezza grave e, in ogni caso, antitetica ai fondamentali su cui la struttura di zona Alla Rossa era stata ideata e realizzata, essendo stati lì previsti “l'esclusivo alloggio ed il relativo vitto di persone che si trovano in attesa di riammissione semplificata in Italia, ossia di coloro che non hanno formulato domanda d'asilo in Svizzera” e risultando non contestabile - fa fede ancora la nota-stampa diffusa da fonti del Dipartimento cantonale istituzioni in data di mercoledì 21 giugno, in coincidenza con l'annuncio dell'estensione dell'operatività sino alla fine del 2018 - il concetto secondo cui “il Centro non supplisce in alcun modo all'accoglienza di richiedenti l'asilo”, dal momento che “per questi ultimi la competenza è della Segreteria di Stato della migrazione”, implicandosi pertanto “il trasferimento in uno dei centri di registrazione e di procedura della Confederazione”. Non era prevista supplenza alcuna, non era anzi nemmeno ipotizzata la facoltà di supplenza alcuna: e quindi, su quali basi la sconfessione della parola data?
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Ultimi commenti

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry