Lourdes luogo di speranza, in 500 dal Ticino alla santa grotta

Versione stampabileVersione PDF
Lourdes luogo di speranza, in 500 dal Ticino alla santa grotta
Partito ieri dal Ticino il treno del pellegrinaggio diocesano a Lourdes, 60.o in ordine di tempo della Diocesi di Lugano, 19.o della Svizzera di lingua italiana, circa 500 i partecipanti - tra di loro, anche 65 ammalati, sostenuti specificamente da sette medici e da vari tra infermiere e barellieri dell'“Ospitalità diocesana ticinese” - se si considerano anche i collaboratori per l'assistenza religiosa e gli operatori di supporto ai pellegrini ed ai gruppi. A presiedere la trasferta il vescovo Valerio Lazzeri (nell'immagine, alla partenza). Pur nella consistenza significativa dei partecipanti, non è da escludersi l'ipotesi secondo cui tali pellegrinaggi a Lourdes siano destinati a diradarsi ed a scomparire nel breve-medio periodo: da un lato per effetto del ridursi degli iscritti, dall'altro per i costi crescenti pur nella relativa disponibilità di convogli adatti alle effettive esigenze dei pellegrini.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry