Bellinzona, ferisce un giovane e ne aggredisce un altro: arrestato

Versione stampabileVersione PDF
Bellinzona, ferisce un giovane e ne aggredisce un altro: arrestato
Arma bianca in pugno, non ha esitato a lanciarsi contro un minorenne ed a ferirlo alla mano sinistra con cui il ragazzo cercava di proteggersi; sùbito dopo, avrebbe tentato di colpire un secondo giovane avventandosigli addosso; a farlo desistere da altre azioni di offesa sarebbe stata a quel punto la vivace reazione - lancio di sassi - di un gruppo di coetanei del ferito, nel frattempo messosi precipitosamente in salvo. Pur nel contesto di vicenda dai contorni ancora parzialmente indefiniti, si trova ora in carcere con addebiti pesanti - tentato omicidio, lesioni gravi (in subordine, lesioni semplici), minaccia, infrazione alla Legge federale sulle armi - il 45enne finito in manette nelle prime ore di ieri per la rissa originatasi sul confine tra i Comuni di Arbedo-Castione e di Bellinzona, lungo via Alla Gerretta in zona “Woodstock”, intorno alle ore 23.35 della vigilia di Ferragosto; l'uomo, indicato da fonti della Polcantonale come cittadino svizzero domiciliato nel Bellinzonese (e, più logicamente, abitante in prossimità del luogo del diverbio trasformatosi in atti violenti), è stato fermato da agenti della Polcom Bellinzona e da questi ultimi affidato ai colleghi della Polcantonale; a prima evidenza pare che il 45enne sia stato infastidito dalla presenza del gruppo di giovani tanto da uscire dall'abitazione brandendo una bottiglia vuota e poi scagliandola in direzione del gruppo stesso, ricevendo per tutta risposta - fa fede la nota-stampa diramata - una “richiesta di spiegazioni su quanto avvenuto”. L'inchiesta è coordinata dal procuratore pubblico Nicola Respini.
pizza piazza locarno
lugachange
Claciopoli

Ultime news

promozione pubblicita

Accesso utente

nervoso e tifoso
 
salotto gabry