Colpo di stiletto / Il sindaco di quindicina? Pare che fosse chiaro

Versione stampabileVersione PDF
Colpo di stiletto / Il sindaco di quindicina? Pare che fosse chiaro
Nel mezzo dei ribaltoni elettorali del pomeriggio di oggi, qualche comica da caos anche tra coloro che le informazioni hanno dovuto mediare. Degli interrogativi e delle contraddizioni è da cercarsi il motivo primario nel risultato in quel di Bellinzona, laddove con insistenza (ma erroneamente) era stato attribuito il titolo di “sindaco di quindicina” ad un esponente del Plr mentre Mario Branda veleggiava già a quote siderali, con proporzioni tipo tre a due. C’è voluta una nota di precisazione dalla Cancelleria dello Stato, nientemeno, per ricordare che, nell’attesa della proclamazione del sindaco (sempre possibile la sfida, chi voglia complicarsi l’esistenza…), “le funzioni vengono assolte dal municipale che ha ottenuto il maggior numero di voti nell’elezione”, e ciò “indipendentemente dal fatto che il municipale figuri sulla lista che nell’elezione abbia ottenuto la maggioranza relativa”. Un’interpretazione dell’ultim’ora? Macché, tutto scritto nella Legge sull’esercizio dei diritti politici.
cesareragazzi

rosso lampone

Claciopoli
 
nervoso e tifoso
 
grotto contrattempi
lugachange
promozione pubblicita

Ultime news

Accesso utente

salotto gabry

Ultimi commenti